SONO OVUNQUE

gio@georgianaionescu.com

Newsletter

FOLLOW ME

Cina-China-go-play-chinese-men-beijing
Cina-China-army-sfilata-beijing
Cina-China-beijing-piazza-tien-a-men-pechino
Cina-China-Da-Tong-Temple-up-tempio-sospeso
Cina-China-dragon-roof-detail-temple-pagoda
Cina-china-falce-e-martello-comunism
Cina-China-food-chinese-Hangzou
Cina-china-scorpions-spiedini-street-food
Cina-china-restaurant-chinese-food
Cina-China-red-flag-tien-a-men
Cina-China-Pingyao-old-city
Cina-china-muslim-chinese-uigur
Cina-china-hangzhou-parco-fiore-di-loto
Cina-China-man-chinese-moto-taxi
Cina-China-taxi-riscio
Cina-China-temple-budha-sedutto-sitting
Cina-China-temple-tradition
Cina-China-trip-bambu
Cina-China-trip-chinese

Cina

Cina, il Regno di mezzo, il paese più popoloso del mondo, il paese che, nonostante la sua estensione territoriale, non cambia fuso orario. Cina, il paese che esporta tecnologia di altissimo livello e che, paradossalmente, all’epoca (2011), aveva il maggior numero di abitanti a non aver mai visto uno smartphone.

Beijing, Datong, Ping Yao, Xi’an, Nanjing, Hangzhou, fino a Shanghai, in 3 settimane. 21 giorni di unicità. Mi sono inamorata di questa cultura così lontana, così singolare, che malgrado i primi anni del maoismo, è rimasta quasi intatta. Allo stesso tempo però, ho provato tanto dispiacere per la miseria nella quale vive la classe operaia, per la ‘schiavitù’ morale che imprigiona la maggioranza e che traspare nella vita di tutti i giorni, per l’inquinamento che ti impedisce di guardare il cielo dopo le prime ore del giorno, ed infine, rammarico per un presente che tende a cancellare la magnificenza di una delle civiltà più antiche del mondo.

Ma c’è ancora tanto da scoprire e ci tornerò!

Tags:

You don't have permission to register